Cara maestra, accompagna, guida, sorreggi i bambini con cui condividi ogni giorno un pezzo di vita.

Abbi cura di non violare la sacralità della libertà, della riservatezza, del rispetto, della dignità che portano i tuoi alunni con sé.

Non farti forza del tuo essere adulta per riscattare la bambina che eri o che non sei mai stata sulla pelle di chi con te non c’entra.

Accompagna, guida, sorreggi: con forza, coraggio, sensibilità e delicatezza.

Condividi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.